Quanto è importante la logistica per l’e-commerce?

Quando si affrontano i temi dell’ecommerce, si parla molto di digital branding, di interfacce intuitive e di pagamenti digitali, ma sempre poco di logistica, che è in realtà il cuore della catena del commercio elettronico. Questo accade perchè, oggi, la partita dell’e-commerce si gioca sull’esperienza utente – consegne in tempi brevi, puntualità e facilità nei resi. Il perno fondamentale che sta alla base di tale processo di vendita (tra commerciante cliente) è però la logistica.

Ma cosa si intende per logistica relativa allo shop online?

La logistica è l’insieme di quelle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di prodottie informazioni dal negozio fisico, fino alla consegna del prodotto presso il domicilio del consumatore. I clienti sono diventati sempre più esigenti e le loro aspettative vanno poco d’accordo con l’attesa: quindi una logistica in grado di garantire servizi rapidi, affidabili e flessibili,  garantisce ai fashion retail di essere vincenti sul mercato online. Ciò che fornisce risultati davvero soddisfacenti è un’azienda che miri ad ottimizzare:

  1. Gestione del magazzino;
  2. Gestione spedizioni e trasporti;
  3. Gestione dei pagamenti.

Conosci gli strumenti per dematerializzare la tua Azienda con il Cloud

Da cosa partire:

1. Magazzino: spesso la gestione del magazzino è una delle prime difficoltà per un’azienda. Per organizzarlo in modo efficiente, bisogna abbassare al minimo le criticità: per farlo si può scegliere di renderlo completamenteautomatizzato, sfruttando un software di gestione magazzino apposito. Il programma di gestione magazzino è un’applicazione software che aiuta l’azienda ad avere un quadro sempre aggiornato degli stock di mercedisponibili nell’inventario, stimare l’esaurimento scorte, pianificare in automatico i riordini di taglie e colori e semplificare le operazioni di carico e scarico (Inventory management). Un software di gestione magazzino permette inoltre il controllo degli articoli per singoli attributi, dei codici a barre, delle distinte base e la preparazione di ordini e spedizioni.

2. Trasporti: anche la consegna fa parte della user experience “emozionale”, quindi la scelta del corriere è una scelta basilare, perché il cliente lo riconosce come un’estensione dell’ecommerce. Certo, questa scelta dipende molto dalle esigenze di ogni venditore: chi vende lampadari in vetro ha delle esigenze diverse rispetto a chi vende t-shirts. Inoltre è consigliabile avere più contratti con diversi corrieri così da poter garantire una copertura efficace nei diversi luoghi: alcuni corrieri consegnano bene in delle province, ma meno in altre. Bisogna tenere a mente, poi, che in un sito ecommerce uno dei principali incentivi che spinge l’utente all’acquisto è il basso costo di spedizione e il reso facile e gratuito, perciò nella scelta è utile valutare questo servizio dal momento che influirà molto sull’affidabilità del sito e sulle recensioni che ne faranno i clienti.

3. Pagamenti: anche la procedura di pagamento online è una leva che influenza tantissimo i consumatori nella scelta dell’ecommerce cui affidarsi per i propri acquisti. Essendo un tema delicato bisogna cercare di garantire l’affidabilità e la sicurezza delle transazioni scegliendo il metodo di pagamento più opportuno tra: carte di credito, bonifico, contrassegno, paypal o carte prepagate.

ecommerce info easy imola

Quindi prima di scegliere considerare quattro criteri:

  1. facilità d’uso del sistema di pagamento
  2. tempo di acquisto totale per effettuare una transazione online;
  3. la diffusione di ogni sistema di pagamento;
  4. il costo totale per operazione (spese di commissione).

 “Nel mio negozio, ho affidato ruoli precisi a singole persone, così da gestire al meglio tutta la parte logistica; se non c’è ordine a partire dall’arrivo della nuova merce in negozio, poi è tutto un caos. Essendo una specie di catena dove ogni passaggio deve essere ordinato, ho affidato a mio figlio la parte iniziale: dall’arrivo delle bolle con gli articoli in negozio, al caricamento di questi ultimi su Bemall (programma che utilizziamo per automatizzare e semplificare la gestione di tutto l’inventario). Poi visto che è importante che gli articoli siano fotografati e caricati sul sito, c’è una ragazza che si occupa di questo: fotografa tutti i nuovi prodotti e li carica online; per farlo ho adibito un’intera stanza con sfondo bianco e luci apposite; mentre del caricamento delle foto e delle instagram stories sui social se ne occupa mia figlia e sta anche in negozio come addetta alla vendita. Per quanto riguarda la parte delle spedizioni, ho deciso di affidarmi a Riccardo di Imola Trasporti che mi semplifica questo passaggio. Di lui mi fido perchè mi offre un servizio completo, non è il classico corriere, lui fa proprio logistica cioè noi gli diamo il capo così com’è: lui lo prende, lo inscatola e lo spedisce in autonomia affidando il pacco ad uno dei corrieri che lavorano con lui. In base alla zona in cui devo spedire si affida a corrieri diversi, per garantire la migliore copertura sia in Italia che all’estero. Per il discorso dei pagamenti sul sito utilizzo Paymart che è il sistema integrato a Bemall, è molto affidabile, è un’interfaccia semplificata della blasonata tecnologia Stripe e accetta carte di credito” (Alberto Cavina – Chemise Abbigliamento Imola).

In conclusione se per ognuna di queste criticità gli operatori assumono strategie di servizio opportunamente gestite come Chemise Abbigliamento Imola, la logistica può generare reali benefici nella profittabilità dei retailer e nell’esperienza d’acquisto del cliente.